-Rivedi la puntata del 20 ottobre-

OMG 2.0 è un docureality con protagonisti  otto ragazzi dai 17 ai 20 anni in gran parte già protagonisti della prima serie. Dopo l’esperienza del racconto della Giornata mondiale della Gioventù di Cracovia con smartphone e social network, vengono ora catapultati in una realtà più complessa ed estrema: una missione in Africa. Hanno il compito di raccontare la loro esperienza, come “infiltrati” nella missione salesiana di Adwa, nel nord dell’Etiopia, una delle zone più povere e depresse del mondo dove opera suor Laura Girotto. Le loro impressioni, i commenti e i video realizzati vanno in onda in una striscia quotidiana di 25’.

-Le puntate-

Puntata 1

Puntata 2

Puntata 3

Puntata 4

Puntata 5

Puntata 6

Puntata 7

Puntata 8

Puntata 9

Puntata 10

Puntata 11

Puntata 12

-Diario di Viaggio-

Qui non ci sono atei. Stando al censimento più recente, l’insieme di non credenti, agnostici e induisti costituisce lo 0,6% della popolazione. Non ci sono perché Allah, JHWH e Cristo rappresentano una speranza troppo bella per essere ig...

Proprio come una grande parte dei così detti “ccciovani” della mia età che si rispetti, ho vari piercings. I classici orecchini, alcuni richiusi a causa di infezioni, un dilatatore – un must – e un septum piercing ...

Oggi è un anno esatto dal nostro rientro dalla GMG a Cracovia, e ora, noi, ci troviamo all’inizio del nostro viaggio ad Adwa. E’ strano come le cose cambiano durante un solo anno: la svolta decisiva è stata quella di trovarmi in Afric...

Primo giorno intero in Etiopia dopo essere arrivati ieri pomeriggio alla missione di Suor Laura, esausti dal lungo viaggio. La colazione è stata alle 7:30, dopodiché con un pulmino leggermente sovraffollato, eravamo in due tre in più ris...

-Gli eXtra!-

All'interno della sala operativa

Cameracar etiope Adwa arriviamo!

Il decollo dall'aeroporto di Addis Abeba

Primo giorno di missione

Una nuova cameraman

Claudio: tentativi di comunicazione

Il bimbo più discolo

Il meritato riposo di Roberto

Tanti auguri a voi!!

Arrivo alla missione salesiana

Dentro la fattoria della missione

In taxi per Axum Simone e Giuseppe

Sull'apetta in giro per Axum

Bambini e danze tradizionali

Saluti da Adwa

Staffette etiopi

Francesco e le sue scarpe nuove

Arrivo Axum Simone e Giuseppe

Federica e Ismela alla ricerca della lavanderia

Le regole di suor Laura

Time lapse dalla missione

I ragazzi si presentano

Tutti sulle spalle!

Claudio e il barbiere

Le riprese al mercato di Adwa

-Prima della partenza-

I vaccini

La valigia

La spesa

Con il Dir. Ruffini

Scopri di più sugli Amici di Adwa

Laura Girotto (Torino 1944), quinta di sette figli, cresce in un quartiere popolare del capoluogo piemontese. Frequenta un rinomato atelier di moda fino ad arrivare al diploma di figurinista e vincere il concorso per le giovani “caterinette”, romantico soprannome delle sartine.

Ma, inaspettatamente e contro il parere di famiglia e amici, volta le spalle ad una promettente carriera ed entra nella congregazione delle suore salesiane di don Bosco. Decisione irrevocabile che le ha “regalato una vita non facile, ma molto felice”.

Missionaria in Egitto, Siria, Libano, Zaire, nel 1993 ha ricevuto il mandato per Adwa, in Etiopia. Sr Laura vi arriva in “avanscoperta” ed in situazione del tutto pionieristica. Si scontra con una realtà di miseria indescrivibile anche per lei, missionaria di lungo corso.  Fin dall’inizio si dedica con le prime consorelle alle fasce più deboli e discriminate, donne e bambini. Caparbia, concreta, innamorata del popolo etiope e di don Bosco, nella sua memoria tutti i visi e le storie di questi anni di missione, nel suo cuore progetti, speranze e una sfida ancora in atto, in una delle zone più povere e diseredate del mondo.

Per i risultati conseguiti le sono stati assegnati numerosi premi e nel marzo 2016 è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella.

LA MISSIONE KIDANE MEHRET comprende:

  • una scuola materna con 400 bambini
  • una scuola elementare, media e superiore con 1500 studenti
  • una scuola tecnica con circa 100 studenti, corsi professionali di sartoria, ricamo, maglieria
  • un centro per la promozione della donna, per restituire dignità a giovani donne che vengono alfabetizzate e inserite nel mondo del lavoro
  • un oratorio con più di 1000 ragazze che frequentano
  • un progetto di assistenza sociale alle famiglie con circa 2000 bambini beneficiari per un totale di oltre 6000 persone soccorse regolarmente
  • una serra e una stalla per l’autonomia alimentare della Missione e per la distribuzione di carne, latte e formaggi alle famiglie più povere
  • un ostello come residenza di medici, infermieri e personale sanitario che collabora con noi per la formazione degli studenti in vista del completamento della costruzione dell’ospedale
  • È in fase di costruzione l’ospedale, per rispondere all’aggravarsi dell’emergenza sanitaria ad Adwa!

Inoltre la missione offre:

  • un servizio di ambulanza soprattutto per le donne incinte
  • collaborazione con le autorità sanitarie locali e periodicamente assistenza medica in ambulatori provvisori
  • collaborazione con le autorità civili in caso di emergenze umanitarie (150.000 profughi assistiti durante la guerra 1998-2001)
  • partecipazione alla risoluzione di problemi attinenti alla popolazione locale (sr. Laura è membro del Direttivo dell’associazione Nazionale Donne Etiopiche sede di Adwa)

 

È una speranza accesa nella vita degli ultimi, l’unico centro stabile di riferimento per migliaia di persone, che si rivolgono alla Kidane Mehret nei momenti di emergenza, per consiglio, per aiuto, insomma per qualsiasi necessità.

Come è stato possibile in una zona come quella di Adwa, segnata da anni di guerra e dalla miseria, realizzare tutto ciò che esiste in così poco tempo?

Insieme ai Salesiani, le Figlie di Maria Ausiliatrice sono state tra i primi missionari nella zona di Adwa dal 1620, anno in cui i Gesuiti furono scacciati.
Sono state chiamate dagli anziani della città con l’obiettivo di dare istruzione e formazione professionale ai giovani.

La comunità è nata ufficialmente alla fine del 1994. Da allora è iniziato il “miracolo” di Adwa.
Tutto era da costruire, c’era solo il terreno messo a disposizione dall’amministrazione pubblica. Suor Laura si dovette sistemare in una tenda blu militare. Con l’arrivo della prima consorella e dei aiuti economici, iniziarono i lavori per la costruzione dell’abitazione e della scuola.

Da allora la comunità è cresciuta e si adopera per poter aiutare la popolazione ad uscire dalla terribile situazione di miseria e a combattere fame e malattie, e ad iniziare un lento cammino verso lo sviluppo e l’autonomia. Dal nulla iniziale ora la missione offre alla popolazione una scuola materna, elementare, media, superiore, tecnica, promozione della donna, assistenza sociale e medica: un vero miracolo: frutto della generosità di centinaia di persone.

APPROFONDISCI LA STORIA DELLA MISSIONE: LEGGI IL LIBRO “LA TENDA BLU – IN ETIOPIA CON LE ARMI DELLA SOLIDARIETA’

 

LA COMUNITÀ SALESIANA OGGI

Le Figlie di Maria Ausiliatrice sono instancabili. Ognuna sa far fruttare il proprio talento a favore degli ultimi. Al momento le forze sono ridotte, nella speranza di qualche nuovo arrivo il lavoro è tanto:

  • Suor Laura, madre superiora e fondatrice, è sempre pronta a rispondere ai bisogni della “sua” gente, dai piccoli ai Capi di Stato.
  • suor Marjorie, inglese madrelingua, una delle pioniere assieme a suor Laura
  • Suor Imelda, emiliana, presente ad Adwa dal 1996, gestisce la scuola materna ed ha formato insegnanti locali per le sue “perle nere”.
  • suor Scolastica, koreana, giovane ed entusiasta
  • suor Annama, indiana, nuova direttrice della scuola

Tante sorelle provenienti da tutto il mondo si sono avvicendate alla missione, dove hanno dato un contributo prezioso per la realizzazione di quanto ad oggi raggiunto: Sr Anna (Italiana), Sr Rita (Italiana), Sr Dolores (Indiana), Sr Marcella (Italiana), Sr Agnese (Coreana), Sr Antonietta (Italiana), Sr Netsanet (Etiope), Sr Rachel (Americana), Sr Thuy (Vietnamita), Sr Ruth (colombiana) …

E l’arrivo di novizie etiopi dà speranza per il futuro della missione.

COME DONARE:

Fai un bonifico sui conti corrente della Cassa di Risparmio di Cento, intestati all’Associazione Amici di Adwa:

Ricorda di inserire i tuoi dati (nome, cognome, indirizzo postale) nella causale per poterti inviare un riscontro a seguito della tua donazione. Per i bonifici dall’estero: BIC/SWIFT CRCEIT2C.

Fai un versamento con bollettino postale, intestato a “Amici di Adwa Onlus”, via Matteotti 8, 44042, Cento, CCP 48884936

Dona on-line con carta di credito tramite il sito www.amicidiadwa.org

OH MY GOD 2.0 – cecilia valente 01

Quando si viaggia si impara a leggere negli occhi delle persone, e nei loro modi, la loro vita.

Cecilia Valente

OH MY GOD 2.0 – giovanni zanin 03

Mi piace molto il cinema, leggere, anche se lo faccio meno di quanto vorrei e… sono pronto per l’Etiopia!

Giovanni Maria Zanin

OH MY GOD 2.0 – ismela lemasle 03

Ci sono troppe cose da scoprire, sensazioni da provare e cambiamenti da fare.

Ismela Lemasle

OH MY GOD 2.0 – michele dell’aquila 01

Penso che all’università sceglierò filosofia, dato che è la materia che trovo più interessante

Michele Dell'Aquila

OH MY GOD 2.0 – gianluca ingangi 01

La mia passione è viaggiare, scoprire il mondo, conoscere persone e aprire la mente a tante realtà diverse dalla mia.

Gianluca Ingangi

OH MY GOD 2.0 – federica murro 03

Voglio viaggiare e punto ad una vita che mi porti a conoscere ogni angolo possibile del mondo

Federica Murro

OH MY GOD 2.0 – lorenzo valentini 01

Mi considero una persona molto socievole e curiosa, sempre pronta ad una nuova avventura.

Lorenzo Valentini

OH MY GOD 2.0 – yasmina maiga 01

L'Africa è un continente la cui storia è essenziale per capire la geopolitica del mondo.

Yasmina Maiga